I TUOI PIEDI

I TUOI PIEDI by Claudio Corsi

  • I tuoi piedi sono quasi sempre costretti in modo innaturale dentro a scarpe, pantofole, ciabatte, ecc. Quindi la prima cosa da fare è toglierti tutto questo e stare a piedi NUDI (al limite calze leggere)
  • Sdraiati e appoggia una gamba (un polpaccio) a uno sgabello molto basso o qualcosa di simile. Fletti il piede con la punta verso l’avanti, poi estendilo verso la tua faccia, ancora in avanti e indietro e così via per una ventina di volte. Poi l’altra gamba. Fletti anche le dita in avanti e in dietro, non solo i pied.
  • Siediti e appoggia un piede su una pallina da tennis o di gomma. La fai scorrere sotto la pianta di un piede e spingi leggermente, verso destra sinistra avanti dietro in cerchio ecc. Cerca i punti più sensibili, duri o dolorosi e proprio lì fermati e spingi di più, fino a sentire quasi fastidio. Fallo anche per 20-30 secondi, finché il fastidio si attenua.
  • Alzati dalla sedia. Risiediti. Rialzati. Fallo una ventina di volte prestando attenzione ai piedi, prima a uno poi all'altro, poi a entrambi.
  • Fai la stessa cosa con la pallina in piedi, magari a braccia aperte, o appoggiandoti a una parete con una mano.
  • Poi via la pallina. Stai in piedi e fai qualche bel respiro. Sposta il peso sui talloni, sulle punte, sul bordo esterno e su quello interno, sul piede destro e sul piede sinistro.
  • Sposta l’attenzione prima sull’alluce, poi sull’illice, sul trillice, sul pondolo e sul mellino (i falsi nomi delle altre dita, che in realtà non hanno nome). Prima un piede poi l’altro, poi contemporaneamente. Ricorda che facendo queste cose apparentemente semplici e banali, stai mandando segnali al cervello, importantissimi per l’equilibrio e per la postura.
  • Appoggiati soprattutto sull’avampiede, tieni i talloni leggeri, quasi sollevati
  • Vai in punta di piedi e torna giù, un po’ di volte
  • Vai ancora in punta di piedi e stacci qualche secondo prima di tornare giù
  • Stai su un piede solo per un po’, poi sull’altro, usa anche le braccia per stare in equilibrio
  • Prova a spingere solo l’alluce verso terra, mentre alzi le altre dita, per qualche secondo. Prima con un piede alla volta, poi con entrambi
  • Prova a fare la stessa cosa col quinto dito.
  • Fai tutte queste cose anche senza seguire quest'ordine.
  • Per finire però, fai una camminata per casa.
  • Per finire davvero, pediluvio-doccia acqua calda-fredda, poi massaggiali con olio o quello che ti pare, tra le dita, la pianta, il tallone, anche qui cerca i punti più duri, più dolorosi, e spingi, massaggia finché vuoi. Stai facendo esercizio anche per le mani. Tutto questo sarebbe meglio farlo seduti per terra, magari su un cuscino con la schiena appoggiata al muro.
  • Per finire ma finire veramente, stai anche 15 minuti in relax, ascoltando musica o leggendo un libro o altro, sdraiata per terra, col sedere a contatto di una parete e con le gambe tutte su, appoggiate alla parete. Se ne senti il bisogno, un cuscino sotto la testa.
Tutti i giorni, finché ti va.
 
#iorestoacasa #lastorianarrerà